HOME Ansia e Depressione Omeopatia Fitoterapia Alimentazione Curiosità

Di: Marco Tunice di lunedì 9 Gennaio 2017 11:36

Staphysagria e le emozioni represse

Delphinium Staphysagria è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Ranuncolacee diffusa nel bacino mediterraneo, l’infuso dei suoi semi è caratterizzato dalla presenza di due alcaloidi: la Delfinina (piuttosto simile alla Aconitina) e la Stafisina. Anticamente l’infuso era usato come sedativo e antiparassitario pur con diversi rischi vista l’elevata tossicità della pianta.

Questi alcaloidi presentano azione sul sistema nervoso centrale (SNC) dove esplicano un‘azione sedativa e depressiva spesso correlata alla sfera sessuale, mentre a livello sistema nervoso vegetativo determinano turbe funzionali del sistema gastrointestinale e apparato genito-urinario. 

In ambito omeopatico il rimedio è utilizzato per gli stati di permalosità generale e irritabilità legati a insoddisfazione o frustazione sessuale, questi stati sono spesso associati a disturbi urinari con lombalgie, dolori addominali e cistiti. Staphysagria trova applicazione a basse diluizioni per dermatiti pruriginose/crostose spesso localizzate a livello del cuoio capelluto e per gengive spugnose, sanguinanti. Il soggetto che beneficia di Staphysagria presenta una sintomatologia che peggiora con la collera, con l’indignazione, con rapporti sessuali insoddisfacenti o con la masturbazione.

Nell’ambito delle patologie dell’umore il rimedio potrebbe trovare indicazione per i soggetti maltrattati che non esprimono rabbia perchè questa è stata fortemente repressa dove la valvola di sfogo è una ipersessualità immaginata più che reale, per via di una incapacità a correlarsi con gli altri.

Riassumendo i sintomi caratterizzanti il soggetto Staphysagria sono:

  • Turbe psicosomatiche legate a rabbia repressa, sessualità insoddisfatta
  • Ipereccitazione sessuale con idee ossessive
  • Grande sensibilità emotiva, il soggetto è spesso incapace di difendersi in vari ambiti
  • Bassa autostima
  • Scaglia gli oggetti quando è molto arrabbiato
  • Aggravamento generale dopo un riposo pomeridiano
  • Psoriasi o altre eruzioni sul cuoio capelluto
  • Orzaioli, calazio
  • Cistiti e frequente bisogno di urinare
  • Tosse nervosa, emotiva
  • Tremore per rabbia o emozioni

Come sempre le indicazioni fornite rappresentano spunti di riflessioni e curiosità mentre per un eventuale utilizzo del rimedio sarà il terapeuta di riferimento a indicare tempi modi e posologia.

SOCIAL

MARCO TUNICE

  • Chi sono


  • Contattami a:
    info@quellichelansia.it